MauLin

La filosofia dei cat-blogger

Un gatto nel cofano per 25 Km

gatto nel cofano

In Austria, un uomo di 53 anniAi?? ha trovato il suo gatto nel cofano dell’auto, ma solo dopo aver percorso http://www.fulasidorna.com/2018/02/11/lloyds-pharmacy-online-propecia/ 25km.

I gatti si sa, adorano nascondersi sotto le auto, infilandosi spesso anche nel vano motore, con il rischio perA? di farsi molto male. Questo A? quello che A? http://krebsdelicatessen.com/skunk-seeds-1/ lioresal without prescription capitato ad un simpatico micione il cui nome A? Murli. Ma per fortuna la sua storia ha avuto un lieto fine.

Il padrone di Murli, decide di portare il suo furgone Wolkswagen allai??i??autolavaggio. Giunto a destinazione, lai??i??uomo a cui era stata affidata la vettura comincia a sentire degli strani rumori provenienti Ai??dal cofano Aleve over the counter canada anteriore. Pensa perA? al rumore prodotto dal motore ormai usurato dagli anni, che perde colpi. Procede allora a lavare il furgone che fa passare sotto le spazzole rotanti e sotto un bel getto dai??i??acqua.

Il proprietario del gatto, un signore sulla cinquantina, a questo punto riprende il furgone e si reca a fare carburante alla piA? vicina pompa di benzina. Ed A? solo qui che fa la curiosa scoperta. Trova il suo gatto accucciato dietro la mascherina copri-radiatore.

Il malcapitato micione si era intrufolato tra la mascherina e il radiatore prima che il proprietario salisse in auto. Per fortunaAi?? A? sopravvissuto a 25 Km di tragitto, ad una bella lavata e ad un pieno di benzina.

Murli

Viagra Sublingual buy

Probabilmente Murli si A? giocato una delle sue prazosin order sette vite mentre il suo proprietario da oggi in poi sicuramente controllerAi?? meticolosamente la sua auto prima di andarsene in giro.

Fonte: DailyMail

Inserisci un commento



Cos'è Maulin

MauLin è il nome che alcuni monaci attribuirono al loro antico monastero a seguito della sua curiosa particolarità. Esso era circondato da una foresta abitata da un numero imprecisato di gatti i quali conducevano la propria vita in stretta connessione con la natura, l'ambiente circostante e i monaci stessi. La presenza di tali felini trasmetteva agli abitanti del monastero tranquillità, felicità e infinita saggezza.