MauLin

La filosofia dei cat-blogger

Come pulire la lettiera del nostro gatto

lettiera-gatto

Quando si ha un gatto in casa è fondamentale mantenere la sua lettiera sempre pulita e sterilizzata. Ma qual’è il modo migliore per farlo? Ecco alcuni utili consigli.

Innanzitutto bisogna scegliere il contenitore giusto per il nostro micio. Non è obbligatorio utilizzare quelli specifici, venduti generalmente nei negozi di animali o nei supermercati. Un qualunque contenitore resistente andrà benissimo. Fate attenzione però, alcuni gatti potrebbero preferire dei contenitori molto grandi, altri alcuni più piccoli.
Quindi è bene mettere a disposizione del nostro amico a quattro zampe più di un contenitore in modo da capire quale preferisce utilizzare.

Il contenitore potrà essere riempito con circa 3 cm di lettiera in quanto uno strato non troppo spesso aiuterà a ridurre la formazione dei cattivi odori.

La lettiera va sempre mantenuta pulita rimuovendo le feci solide quando sono presenti e rimescolando la sabbietta più volte durante il giorno in modo da tenerla areata. Le feci possono essere tranquillamente essere gettate nel wc di casa.

La lettiera va comunque sostituita completamente circa due volte a settimana e il suo contenuto va smaltito secondo le istruzioni presenti sul sacchetto del prodotto utilizzato.

Per quanto riguarda la pulizia del contenitore è importante non utilizzare mai prodotti potenzialmente tossici che potrebbero risultare estremamente dannosi per la salute del nostro micio, come ad esempio la candeggina.

Prima di riempire di nuovo il contenitore si può cospargere il fondo con del bicarbonato di sodio. È bene sapere infatti che i gatti non amano particolarmente i profumi forti, quindi sarebbe meglio evitare i deodoranti per lettiera in commercio anche nei supermercati. Il bicarbonato invece, essendo praticamente inodore, rappresenta un modo molto efficace per eliminare i cattivi odori senza infastidire il nostro micio.

Una volta riempito il contenitore anche la superficie della lettierà potrà essere cosparsa di bicarbonato.

Un trucchetto utile per capire quando cambiare la lettiera è l’utilizzo di palline di argilla espansa, reperibili facilmente al supermercato o nei negozi specializzati in giardinaggio. Vanno spezzettate nella lettiera e il loro scopo è quello di assorbire l’urina del gatto. Quando risulteranno umide, sarà giunto il momento di cambiare la lettiera.

È importante comunque sterilizzare spesso il contenitore della lettiera. Un buon modo per farlo è utilizzare dell’aceto di vino lasciandolo agire per circa 30 minuti. Si potrà poi risciacquare con del sapone ecologico o neutro e dell’acqua calda. Volendo si potrà sostituire all’aceto dell’acqua ossigenata diluita con acqua calda. Questa operazione di sterilizzazione ovviamente va fatta dopo aver svuotato completamente il contenitore e aver risciacquato via ogni residuo con dell’acqua calda.

Seguendo questi semplici consigli potremo finalmente sbarazzarci dei cattivi odori e garantire al nostro micio un angolino sempre pulito e igienico da utilizzare per i propri bisogni. Ce ne sarà sicuramente grato.

Ci piacerebbe sapere quali prodotti utilizzate per la pulizia della lettiera del vostro micio o se ha delle preferenze particolari :)

Fonte: greenme.it

 

 

 

 

 

 

Inserisci un commento



Cos'è Maulin

MauLin è il nome che alcuni monaci attribuirono al loro antico monastero a seguito della sua curiosa particolarità. Esso era circondato da una foresta abitata da un numero imprecisato di gatti i quali conducevano la propria vita in stretta connessione con la natura, l'ambiente circostante e i monaci stessi. La presenza di tali felini trasmetteva agli abitanti del monastero tranquillità, felicità e infinita saggezza.