MauLin

La filosofia dei cat-blogger

Padre e figlio uccidono un gatto

cat

Padre e figlio uccidono un gatto a bastonate e vengono condannati a 30 giorni di carcere.

Ancora violenza sugli animali. Succede a Brooklyn. Sono quelle storie che non vorremmo mai leggere sui giornali o vedere in Tv. Storie di stupidità umana, di crudeltà gratuita e violenza inaudita. E a farne le spese sono sempre i più indifesi, in questo caso gli animali. Protagonsta di questa triste vicenda è infatti un gattino nero di appena un anno e mezzo.

Jean Roger Murat e suo figlio Robenson, rispettivamente di 61 e 30 anni, sono stati visti, lo scorso luglio, massacrare senza pietà un gattino per strada. Secondo i testimoni, il più anziano degli uomini colpiva l’animale con un bastone, mentre l’altro lo faceva con una federa contenente un qualcosa di molto pesante, forse un sasso.

Gli investigatori, avvisati tempestivamente, sono giunti sul posto prima che i due potessero liberarsi del corpo. Nella loro casa è infatti stato ritrovato anche il bastone sporco di sangue utilizzato per commettere questo gesto così terribile. L’analisi degli esperti sul corpo del gatto ha poi confermato che è morto per i violenti colpi che gli sono stati inferti.

A nove mesi dal fatto è arrivata finalmente la condanna. Trenta giorni di carcere per i due uomini e 5 anni di libertà vigilata. Sicuramente troppo pochi.

Fonte: NyDailyNews

Inserisci un commento



Cos'è Maulin

MauLin è il nome che alcuni monaci attribuirono al loro antico monastero a seguito della sua curiosa particolarità. Esso era circondato da una foresta abitata da un numero imprecisato di gatti i quali conducevano la propria vita in stretta connessione con la natura, l'ambiente circostante e i monaci stessi. La presenza di tali felini trasmetteva agli abitanti del monastero tranquillità, felicità e infinita saggezza.