MauLin

La filosofia dei cat-blogger

Le sette cose che non puoi fare se hai un gatto

cose che non puoi fare con un gatto

Avete mai riflettuto su cosa non potete più fare da quando avete un gatto?

Dorian Wagner, articolista di Catster, ci ha pensato e ha stilato la lista delle sette cose che non può più fare a causa dei suoi mici Pimp e Moo.

1. Svegliarsi dopo le 7 del mattino

Chi non ha gatti in casa deve lottare la mattina con la suoneria della sveglia o muovere a tentoni la mano fino a raggiungerla sul comodino. Chi possiede un gatto, invece, può ritrovarselo in testa, a zampettare sul letto e a miagolare ininterrottamente sino a quando non sarà sfamato.

La sveglia felina

2. Farsi una doccia senza essere osservato

Ma, in generale, andare in bagno a fare i propri bisogni. Se lasciate il micio libero di scorazzare per casa, potreste trovarvelo in bagno che vi osserva attentamente mentre svolgete le vostre “attività”. Non è chiaro se lo fanno per tenervi d’occhio… magari potreste affogare nella doccia.

3. Buttare via le scatole

Ne abbiamo discusso già in un altro post: la passione dei felini per le scatole. Avete ordinato un libro online? vi è arrivato un nuovo televisore? Insomma, avete appena svuotato una scatola e… pum! il vostro micio ne ha preso possesso. Per diritto i mici hanno il dovere di investigare la nuova sede di cartone che è stata portata in casa. E non è facile sottrargliele: presto diventeranno oggetti di arredamento della vostra casa.

4. Restare da soli con il vostro partner

Qui bisogna dire che, forse, i padroni dei cani sono più sfortunati. Ma anche i gattofili sanno che se siete alle “prese” con il vostro partner, in un momento di intimità… beh, il vostro micio deve verificare che tutto si svolga in sicurezza, sotto la sua presenza. E, nel frattempo, avere anche un po’ di coccole.

5. Accendere candele

Non è che i mici siano particolarmente attenti a dove passano o ai danni che possono provocare. Quindi, se avete l’abitudine di disperdere per casa delle candele accese è il caso di farsene una ragione e convertirsi alle lampadine elettriche. Il rischio è avere un gatto affumicato.

6. Rilassarsi su un divano

Vi sembra il caso? voi comodi, magari al calduccio sotto una copertina e il vostro micio, fuori al freddo e al gelo?! Non sia mai, è suo diritto tenervi compagnia, quindi dimenticate la solitudine del divano e fate posto al gatto: mentre guardate la tv, leggete un libro o, semplicemente , volete farvi un sonnellino.

7. Usare il comodino

Ve lo siete comprati per comodità (il comodino, non il gatto!): vi appoggiate su gli oggetti più disparati. Occhiali, chiavi, portamonete, un lume, un cellulare. Ebbene, sappiate che se ad un certo punto sentite un rumore provenire dalla vostra stanza, probabilmente è il suono di centinaia di euro che vanno in fumo. Tipo un iPhone lanciato per terra :p E appena andate a controllare lo trovate lì che vi fissa (il micio, non il cellulare) in attesa di una vostra reazione. Potete anche provare a riportare gli oggetti caduti, sul comodino. Lui seguirà il vostro gesto e li ributterà per terra.

Lo sguardo di sfida del vostro micio, dopo che ha buttato degli oggetti per terra

Ti ritrovi in queste situazioni? o ci sono altre cose che non puoi fare da quando hai un gatto in casa?

Fonte: Catster

Categoria: Miagolii Tags: , ,

7 commenti.


  1. Fitopets scrive:

    12) appena accendi il computer ti arriva davanti a seguire la freccia del mouse, magari sedendosi sulla tastiera.

  2. maria scrive:

    restare immobili durante il sonno,il mio peloso se scorge chessò,una mano che si muove,ci si lancia sopra e morde…….e fa male!

  3. Nadia scrive:

    TROVARE 10 KG DI SABBIA SPARSA SUL PAVIMENTO DEL BAGNO PERCHE’ “LUI” AMA TIRARLA FUORI DAL SACCO DI NOTTE!

  4. Anita Bottegal scrive:

    Dormire nella posizione più comoda per me. Sono su un fianco e la signorina è in mezzo alle gambe comodamente allargata? Guai a spostarsi. Sono beatamente addormentata e Lei ha deciso di dormirmi sul petto. Sicuro che ci riuscirà il problema è spostarsi dopo

  5. loredana scrive:

    ah ah ah!!!! tutto vero, io non riesco nemmeno a mangiare qualcosa che tanto sò che lui non mangia,senza che lui prima …me lo annusi!!!!

  6. raffaella scrive:

    scendere in cantina senza attivare crisi di angoscia, un inseguimento pieno di paura e miagolii interrogativi: “ma sei sicura di andare proprio in questo posto? sei viva? torniamo indietro? ti prego…”

  7. veciamarta scrive:

    Porte sempre aperte di ogni stanza della casa. La mia gatta deve ciclicamente ispezionare ogni angolo. Se trova una porta chiusa, con le zampe davanti comincia a grattare la porta a manetta. Continuerà a grattare finchè non le verrà aperta la porta e avrà ispezzionato la stanza.

Inserisci un commento



Cos'è Maulin

MauLin è il nome che alcuni monaci attribuirono al loro antico monastero a seguito della sua curiosa particolarità. Esso era circondato da una foresta abitata da un numero imprecisato di gatti i quali conducevano la propria vita in stretta connessione con la natura, l'ambiente circostante e i monaci stessi. La presenza di tali felini trasmetteva agli abitanti del monastero tranquillità, felicità e infinita saggezza.