MauLin

La filosofia dei cat-blogger

La nascita del gatto-elfo

Il gatto elfo

Ad alcuni non piacerà. Altri invece farebbero a gara per averlo. Se siete tra questi ultimi e, sopratutto, avete a disposizione 2mila dollari da spendere, potreste divenire i fortunati possessori del primo esemplare di gatto-elfo.

Dopo cinque anni di incroci ed esperimenti, un team di allevatori statunitensi è riuscito a “produrre” questo particolare esemplare di gatto, che porta dentro di sé le caratteristiche della razza “Spnynx”  – o, come ci ricorda Wikipedia, più correttamente Canadian Spnynx – e dell’American Curl.

Il gatto elfo

In un confronto con i personaggi cinematografici, il gatto elfo sembra somigliare più al personaggio Dobby, della serie di Harry Potter, che all’arciere Legolas del Signore degli Anelli.

Questa particolare razza risulta comunque particolamente socievole, affettuosa e attiva e sicuramente non creerà problemi a Karen Nelson, uno dei suoi “creatori”, allergico al pelo di gatto. L’incrocio ha prodotto così un gatto di taglia medio-larga, dai 3.6 ai 6.8 kili. Data l’assenza di pelo necessita di essere tenuto a distanza dalla luce del sole e lavato regolarmente per prevenire infezioni della pelle.

American Curl (sinistra) e Sphynx (destra) © Alamy

Guardando le foto dei suoi “avi” forse avrebbe dovuto prendere un po’ di più dal lato americano rispetto a quello canadese :)

 

Inserisci un commento



Cos'è Maulin

MauLin è il nome che alcuni monaci attribuirono al loro antico monastero a seguito della sua curiosa particolarità. Esso era circondato da una foresta abitata da un numero imprecisato di gatti i quali conducevano la propria vita in stretta connessione con la natura, l'ambiente circostante e i monaci stessi. La presenza di tali felini trasmetteva agli abitanti del monastero tranquillità, felicità e infinita saggezza.