MauLin

La filosofia dei cat-blogger

I dieci errori più comuni tra i possessori di gatti

cura-del-gatto

L’Huffington Post ha pubblicato la lista dei principali errori che i padroni compiono con i propri gatti.

Si pensa che, a differenza del cane, il gatto non abbia bisogno di particolare attenzione in quanto sia molto autonomo. Se in parte ciò è vero, non si deve cadere nel trannello di abbandonare il micio a se stesso.

La Dr. Karen Becker, sulle “pagine” dell’Huffington Post, ha quindi elencato i principali 10 errori. Vediamoli nel dettaglio:

1. Usare con i gatti prodotti creati per cani. In alcune circostanze un tale errore può essere fatale. Non pensate, infatti, che oggetti realizzati per cani possano essere adatti e sicuri anche per i gatti. Limitatevi, per sicurezza, a comprare prodotti specifici per loro.

2. Utilizzare sui gatti medicinali per gli uomini. Altro errore pericoloso, pensare che le medicine che assumiamo noi possono essere assunte anche dai gatti. Spesso questa disattenzione può provocare seri problemi al micio. Consultate quindi sempre un veterinario, prima di somministrare medicine.

3. Consentire al micio di diventare un micione. Spazi angusti, poca attività fisica e poca attenzione, uniti a molto cibo, portano come risultato un gatto obeso. Rifletteteci, prima che sia troppo tardi.

4. Dimenticarsi della lettiera. Il gatto è un animale molto pulito e per questo mal tollera la sporcizia, soprattutto in “casa” sua e dove deve fare i bisogni. Abbiate cura di pulire la lettiera regolarmente e di curare anche il suo pelo con spazzolature, cura delle unghie e dei denti, e occasionalmente anche degli sciacqui.

5. Ignorare il gatto. È vero che sono animali indipendenti ma hanno bisogno sempre del vostro aiuto (anche se non lo ammetteranno mai!): per spazzolarli e curare il loro aspetto. Non ignoratelo quindi… semmai, fategli credere che siete suoi schiavi :)

6. Evitare il veterinario. Altro errore comune e molto pericoloso: non è sicuramente il caso di portare il vostro micio ogni giorno dal veterinario però è opportuno fissare degli incontri e visite periodiche durante l’anno.

7. Alimentazione basata su cibo secco. Le crocchette secche, in uso eccessivo, possono essere la cosa peggiore che possiate dare al vostro micio. Dovete ricordare che numerosi cibi sono privi del valore nutritivo adatto per il vostro micio e per tenerlo in salute. Se concentrate la sua alimentazione esclusivamente su questi cibi è il momento di valutare una dieta.

8. Ignorare i cambi di comportamento. Il gatto tende a cambiare raramente comportamento. Se notate quindi delle variazioni, ad esempio, nell’uso della lettiera, nella richiesta di cibo, in miagolii più frequenti (o meno frequenti), è il caso di indagare meglio la situazione. Può essere un problema ambientale (avete modificato qualcosa in casa) oppure un problema di salute. Perché non indagarlo a fondo?

9. Vomito regolare. In realtà, non è affatto regolare se un gatto vomita spesso. È sicuramente una pratica comune, in quanto attraverso il rigetto i mici si liberano di palle di pelo che hanno ingoiato durante le frequenti pulizie. Però questa potrebbe non essere l’unica causa.

10. Non pulire i denti. Vi potrà sembrare strano ma i gatti hanno necessità di una regolare pulizia dei denti. Come per gli esseri umani, le visite dentistiche sono le più scoccianti e costose. Però se avete a cuore il vostro micio è opportuno far controllare la funzionalità e pulizia del loro cavo orale.

Fonte: Huffington Post

 

Inserisci un commento



Cos'è Maulin

MauLin è il nome che alcuni monaci attribuirono al loro antico monastero a seguito della sua curiosa particolarità. Esso era circondato da una foresta abitata da un numero imprecisato di gatti i quali conducevano la propria vita in stretta connessione con la natura, l'ambiente circostante e i monaci stessi. La presenza di tali felini trasmetteva agli abitanti del monastero tranquillità, felicità e infinita saggezza.