MauLin

La filosofia dei cat-blogger

I bambini che hanno un gatto in casa sono più sani

I gatti e i bambini

Della serie “sapevatelo ma lo sapevamo già”, secondo un recente studio finlandese, i bambini che hanno in casa un gatto o un cane si ammalano meno frequentemente.

Lo studio dei ricercatori della Kuopio University Hospital è basato sull’analisi di 397 bambini che vivono nelle parti rurali e suburbane della Finlandia. Sono stati esaminati alla luce del loro rapporto a stretto contatto con cani e gatti durante il primo anno di vita e si è scoperto che risultano protetti da infezioni al tratto respiratorio, così come dai raffreddori e dalle infezioni alle orecchie. Eija Bergroth, una delle pediatre ricercatrici, dichiara così che l’uso degli antibiotici in questi bambini è minore rispetto a quelli che vivono senza animali.

Le precedenti ricerche hanno sempre evidenziato risultati contraddittori sul legame tra animali ed esposizione a infezioni e allergie. È evidente, infatti, come gli animali siano abituati a muoversi anche in ambienti aperti (il cane soprattutto, rispetto al gatto domestico) e possano essere portatori di microbi in casa. E sappiamo altrettanto bene come i bambini piccoli abbiano un contatto fortemente fisico con questi animali.

Nonostante i ricercatori dicano che il campione inferiore a 400 casi possa essere considerato statisticamente rappresentativo, qual è la vostra impressione o esperienza di vita? Se avete bambini e gatti qual è la condizione di salute?

Inserisci un commento



Cos'è Maulin

MauLin è il nome che alcuni monaci attribuirono al loro antico monastero a seguito della sua curiosa particolarità. Esso era circondato da una foresta abitata da un numero imprecisato di gatti i quali conducevano la propria vita in stretta connessione con la natura, l'ambiente circostante e i monaci stessi. La presenza di tali felini trasmetteva agli abitanti del monastero tranquillità, felicità e infinita saggezza.