MauLin

La filosofia dei cat-blogger

Un gatto come Houdini, scappa dalla gabbietta

chamallow

Cosa avranno mai in comune un gatto bianco e il grande Houdini? A questa domanda possiamo rispondere solo guardando un divertentissimo video che sta girando in Rete proprio in questi giorni. Il bellissimo micione bianco, protagonista indiscusso delle riprese, si chiama Chamallow ed A? ospite presso una clinica veterinaria di Marsiglia, dove i medici che lo hanno in cura lo hanno soprannominato Houdini.

Cialis Professional order

Il gatto ha infatti in comune con il grande illusionista l’arte dell’escapologia. Eh giAi??, perchA? a quanto pare, Chamallow A? in grado di aprire con grande destrezza la gabbietta nella quale alloggia, gabbietta chiusa peraltro dall’esterno, e di uscire soddisfatto a fare un giro per lo studio.

Si potrebbe pensare che il micio sia stato fortunato e che per caso sia riuscito Dipyridamole generic price a smuovere il chiavistello che tiene chiusa la gabbietta. In realtAi?? non A? cosAi??. Il video infatti A? il frutto di un montaggio dei vari tentativi del pelosetto di uscire dal suo alloggio, che a quanto pare gli sta un tantino stretto. Tentativi tutti andati evidentemente a buon fine come si puA? ben vedere dalle riprese video.

https://www.youtube.com/watch?v=vdw1yVbE2FU

buy paxil

Il micio infatti infila con destrezza e abilitAi?? la zampetta tra le sbarre Viagra Jelly purchase e con calma e pazienza riesce a liberarsi e scappa dalla gabbietta.

zyban without prescription cialis super active buyers guide.

Che http://bradwasson.com/?p=58795 dire, Houdini ha finalmente un degno erede ;)

Fonte: Ticinonline

generic baclofen
Brand Viagra without prescription

 

http://zheeia-beton.com/geriforte-price-india/ does cialis dissolve in water or soda.

Inserisci un commento



Cos'è Maulin

MauLin è il nome che alcuni monaci attribuirono al loro antico monastero a seguito della sua curiosa particolarità. Esso era circondato da una foresta abitata da un numero imprecisato di gatti i quali conducevano la propria vita in stretta connessione con la natura, l'ambiente circostante e i monaci stessi. La presenza di tali felini trasmetteva agli abitanti del monastero tranquillità, felicità e infinita saggezza.