MauLin

La filosofia dei cat-blogger

Gatto colpito da una freccia

Micia

Quindici centrimetri di plastica: un Cheap stromectol treatment dardo con una punta in metallo ha colpito un micio di sette mesi.

A? accaduto a Pozzuolo del Friuli, in provincia di Udine, dove la proprietaria di Micia ha denunciato l’accaduto ai Carabinieri. La vicenda ha dell’incredibile.

La gattina di sette mesi, allontanatasi da casa per curiosare, si A? ritrovata colpita da un cialis without prescription dardo che le si A? conficcato nella narice destra, provocandole una forte emorragia. Portata e curata dal veterinario, ora dovrAi?? seguire una cura con antibiotici e antinfiammatori.

Gabriella Giaquinta, presidente dell’associazione animalista Amici della Terra, ha segnalato che anni fa si erano verificati fatti analoghi nei confronti di un piccione.

Il maltrattamento di animali ai??i?? ricorda Amici della Terra dalle pagine del Messaggero Veneto – A? un reato penale che A? punito anche con il carcere. Per fortuna in questo caso il veterinario Angelini, che ringrazio per la sua professionalitAi?? e dedizione, A? riuscito a salvare Micia, almeno fisicamente. Resta il trauma psicologico che probabilmente la accompagnerAi?? per tutta la vita. Unai??i??esperienza del genere non si dimentica facilmente. Se un gatto non A? ben accetto allai??i??interno di una proprietAi?? basta mandarlo via, senza infliggergli inutili sofferenze. Dopo un paio di volte lai??i??animale non si avvicinerAi?? piA?.

Viagra Soft cheapest

http://somying.com/buy-sinequan-dosage/ acquire valtrex
http://endang-si52.mhs.narotama.ac.id/2018/02/15/where-can-i-buy-seroquel/

Categoria: Miagolii Tags: , , , ,

1 commento.


  1. PAOLA scrive:

    Per fortuna nn è morta!
    Alla faccia di ki ha fatto qst stronzata….ke spero paghi con una bella denuncia!
    Paola

Inserisci un commento



Cos'è Maulin

MauLin è il nome che alcuni monaci attribuirono al loro antico monastero a seguito della sua curiosa particolarità. Esso era circondato da una foresta abitata da un numero imprecisato di gatti i quali conducevano la propria vita in stretta connessione con la natura, l'ambiente circostante e i monaci stessi. La presenza di tali felini trasmetteva agli abitanti del monastero tranquillità, felicità e infinita saggezza.