MauLin

La filosofia dei cat-blogger

Gatto arrestato per contrabbando

gatto contrabbando

Beccato in flagrante mentre trasportava tablet, cellulari e batterie.

La cosa assurda però è che ad essere messo “in manette” non è stato un ladro qualunque, ma uno splendido gattino bianco e nero, fermato con l’accusa di contrabbando.

Tutto questo è successo in Russia, nella Colonia Penitenziaria numero 1 di Komi.

Il gattino è stato bloccato mentre tentava di scalare il muro di cinta del penitenziario con indosso (legati bene con del nastro adesivo) due telefoni cellulari con relative batterie e caricabatterie.

Le guardie carcerarie, sbigottite, hanno affermato che “dei tentativi di far entrare degli oggetti proibiti nella prigione si erano già verificati in passato, ma questo non era mai successo nella storia del carcere“.

In realtà questo non è il primo episodio in cui gli animali vengono utilizzati per trasportare o far uscire oggetti proibiti dalle carceri. Un “collega” del gatto malandrino era già stato beccato in precedenza dagli agenti del penitenziario di Luiz de Oliveira Souza nella città di Araparica in Brasile, mentre trasportava all’interno delle celle oggetti che poi sarebbero stati utilizzati per organizzare una evasione.

Chi sa cosa avrà pensato il povero felino quando si è visto “arrestare” dagli uomini in divisa. Forse avrà chiesto di poter fruire della telefonata che spetta di diritto agli arrestati :)

Fonte: DailyMail

Inserisci un commento



Cos'è Maulin

MauLin è il nome che alcuni monaci attribuirono al loro antico monastero a seguito della sua curiosa particolarità. Esso era circondato da una foresta abitata da un numero imprecisato di gatti i quali conducevano la propria vita in stretta connessione con la natura, l'ambiente circostante e i monaci stessi. La presenza di tali felini trasmetteva agli abitanti del monastero tranquillità, felicità e infinita saggezza.