MauLin

La filosofia dei cat-blogger

Duemila franchi per il gatto scomparso

Phoenix gatto scomparso

Laurin Cheap keppra xr Faeh era pronto a sborsare 2000 franchi per chiunque ritrovi il suo gatto scomparso.

Un imprenditore di AmbrAi??, in Svizzera, ha annunciato di offrire il prezioso premio (circa 1600 euro) a colui che ritroverAi?? il gatto Phoenix.

Lo scorso 18 gennaio, durante un viaggio nel Ticino, Faeh e sua moglie hanno effettuato una sosta nell’area di servizio di Gottardo Sud di AmbrAi??. Purtroppo, in un attimo di distrazione, il gatto svanisce viagra without prescription Brand Viagra without prescription .

buy viagra

Phoenix, il gatto scomparso e ritrovato

Phoenix, un gatto certosino, A? considerato dai padroni al pari di un figlio ed ecco spiegato l’annuncio e la ricompensa. A? fortunatamente dotato di chip ma non A? dotato di GPS, il che consente di riconoscerlo solo una volta individuato, e non di riuscire a trovarlo tramite sistemi satellitari.

Strano che sia scomparso, ha dichiarato il padrone, in quanto Phoenix non A? la prima volta che viaggia e non A? mai fuggito. I proprietari hanno affermato di sapere che il gatto A? ancora vivo, rassicurati da un sensitivo francese (!) il quale riteneva, peraltro, che il micio potesse trovarsi tra Quinto e Airolo.

Lasix online

Fortunatamente, pochi http://beta.gardena-rus.ru/2018/02/11/wellbutrin-xl-150-mg-cost-cvs/ giorni fa, un impiegato dell’Azienda Elettrica Ticinese ha telefonato al proprietario e ha comunicato di aver ritrovato un micio che corrispondeva all’identikit di Phoenix.

Pur essendo deperito, “pelle e ossa” dichiara Faeh, Phoenix A? ancora vivo. E questo A? l’importante.

Complimenti acquire dopoxetine al sensitivo! :)

 

http://cholisul-anam.mhs.narotama.ac.id/2018/02/14/purchase-reminyl-dose/

Viagra Super Active order

depo provera for sale online valtrex canada online. .

Inserisci un commento



Cos'è Maulin

MauLin è il nome che alcuni monaci attribuirono al loro antico monastero a seguito della sua curiosa particolarità. Esso era circondato da una foresta abitata da un numero imprecisato di gatti i quali conducevano la propria vita in stretta connessione con la natura, l'ambiente circostante e i monaci stessi. La presenza di tali felini trasmetteva agli abitanti del monastero tranquillità, felicità e infinita saggezza.