MauLin

La filosofia dei cat-blogger

Dieci gatti scomparsi in una settimana

gatto scomparso

È diventato un giallo il fenomeno dei gatti scomparsi a Sesto Fiorentino (Ancona).

Si tratta di gatti di casa che non  si erano mai allontanati prima, come ha raccontato la signora Monica.

Il suo gattino di otto mesi, Enea, non si era infatti mai allontanato dalla coorte interna del palazzo nel quale abita con il marito. La scomparsa è avvenuta nel giro di dieci minuti. Quando lo hanno visto l’ultima volta il gatto stava giocando tranquillo e subito dopo era scomparso nel nulla.

La donna lo ha cercato in lungo e in largo per il centro della città ma invano. Del gatto nessuna traccia. Dopo aver tappezzato i muri di volantini, aver pubblicato vari annunci su facebook e altri social network e aver contattato varie associazioni che si occupano di animali scomparsi, i coniugi si sono recati a sporgere denuncia ai carabinieri. E qui hanno fatto una scoperta sconcertante, il loro gatto non era l’unico ad essersi dileguato nel nulla. La stessa sorte è toccata ad almeno altri dieci gatti.

Questo vero e proprio giallo sta gettando nel panico moltissime famiglie della zona che possiedono gatti.

La tesi più accreditata è che probabilmente dietro queste scomparse ci sia qualcuno spinto da un odio patologico nei confronti di questi felini.

L’appello rivolto dalle famiglie è quello di contattare immediatamente i carabinieri nel caso in cui si avessero notizie in merito a questi sfortunati animali.

Ovviamente speriamo che tutto si risolva per il meglio e che i piccoli ritornino sani e salvi alle loro famiglie.

 


1 commento.


  1. [...] nell’altro caso di Sesto Fiorientino, che vi abbiamo raccontato qualche tempo fa, la domanda resta la stessa: che fine hanno fatto [...]

Inserisci un commento



Cos'è Maulin

MauLin è il nome che alcuni monaci attribuirono al loro antico monastero a seguito della sua curiosa particolarità. Esso era circondato da una foresta abitata da un numero imprecisato di gatti i quali conducevano la propria vita in stretta connessione con la natura, l'ambiente circostante e i monaci stessi. La presenza di tali felini trasmetteva agli abitanti del monastero tranquillità, felicità e infinita saggezza.