MauLin

La filosofia dei cat-blogger

Cinque modi per spazzolare il vostro gatto in tranquillità

gatto-spazzola

Il vostro micio perde peli per casa? Forse è arrivato il momento di spazzolarlo un po’.

Pratica non molto semplice, poiché il micio non sempre è collaborativo. Ecco allora di seguito cinque modi per spazzolare il vostro gatto in tutta tranquillità.

Anzitutto ricordiamo che la spazzolatura è utile per rimuovere il pelo morto del vostro micio, evitando non solo che lo perda per casa ma, soprattutto, che possa ingoiarlo leccandosi. Sapete bene, infatti, come il gatto sia un animale piuttosto attento alla propria pulizia e nelle fasi di “auto-lavaggio” il pelo resta attaccato alla lingua e il più delle volte ingerito. Le palle di pelo comportano poi il consueto rigetto tramite vomito. Rigetto che può essere agevolato anche con la somministrazione di particolari sostanze come il “Remover” o la consueta “erba gatta”.

Periodicamente, se non quotidianamente, è sicuramente utile spazzolare il vostro micio così da evitare che vomiti.

Ma come fare per pulire il micio senza che opponga resistenza?

1. Spazzolatelo quando è tranquillo.

Se il vostro micio vi si avvicina per le coccole oppure si fa massaggiare tranquillamente da voi, potete approfittarne per accarezzarlo con dei leggeri colpi di spazzola. Potrebbe prenderlo come un gioco. Se invece ha appena terminato un’importante “azione di caccia” ed è agitato… beh, è il caso di lasciarlo riposare :)

2. Colpi leggeri e gentili

Spazzolare un gatto non è come pettinare una persona. Quindi siate pazienti e usate molta calma e tranquillità. Decidete da quale parte iniziare la spazzolatura, sulla base delle preferenze del vostro micio. Alcuni gatti, per esempio, non amano che gli venga toccata la pancia e se il vostro è tra questi, è il caso di non cominciare da lì. Magari potete partire da dietro le orecchie e vedere come reagisce.

3. Usate una spazzola morbida all’inizio

Il vostro gatto potrebbe correre via appena vede la spazzola o ne sente l’odore. Questo capita perché, in passato, ha avuto una brutta esperienza con quell’oggetto. Ok, non vi preoccupate e proviamo a “resettare” la memoria del micio. Prendete un guanto morbido e iniziate ad accarezzarlo con quello. Quando il micio si sarà rilassato, passate ad un’altra spazzola, sempre morbida e con denti lunghi.

4. Dategli un premio

Si sa, il buon Pavlov aveva le sue ragioni (non sapete chi era Pavlov?!). Gli animali possono essere addestrati con il sistema delle ricompense. Quindi, associate l’esperienza della spazzolatura con un premio, come un croccantino al termine. In questo modo il micio potrebbe disporsi maggiormente alla spazzolatura sapendo di ottenere una ricompensa alla fine :)

5. Calmate il vostro gatto

Se l’ambiente dove vive il micio è un po’ caotico, cercate di isolarlo prima di procedere alla spazzolatura. Ad esempio allontanate altri animali che potrebbero dargli ansia o distrarlo. Oppure potreste, dietro consiglio del vostro veterinario, usare delle particolari gocce che rilasciano un odore in grado di calmare i gatti. Non abusatene e, in ogni caso, ricordatevi di lasciare tranquillo il micio.

***

Avete provato uno di questi consigli o ne avete altri da suggerire? Come si comporta il vostro gatto quando deve essere spazzolato? Attendiamo i vostri commenti :)

Fonte: Catster

Categoria: Miagolii Tags: , , ,

Inserisci un commento



Cos'è Maulin

MauLin è il nome che alcuni monaci attribuirono al loro antico monastero a seguito della sua curiosa particolarità. Esso era circondato da una foresta abitata da un numero imprecisato di gatti i quali conducevano la propria vita in stretta connessione con la natura, l'ambiente circostante e i monaci stessi. La presenza di tali felini trasmetteva agli abitanti del monastero tranquillità, felicità e infinita saggezza.