MauLin

La filosofia dei cat-blogger

Storia di un’adozione

Gattina trovata

Qualche settimana fa, precisamente due, stavo uscendo dalla scuola in cui lavoro part-time.

Era sera, faceva davvero freddo e non vedevo l’ora di tornare a casa e rilassarmi. E invece mi stava aspettando una sorpresa.
Sento dei miagolii forti, mi giro di scatto e lì, in mezzo alla strada, vedo questa palla di pelo impaurita. Non ci penso un attimo e mi fiondo a prenderla in braccio!

Non posso lasciarla lì, devo portarla via assolutamente. Mi arrabbio con gli altri passanti che guardano quel piccolo essere e mi domando come sia possibile tanta indifferenza, chissà da quanto tempo era lì e nessuno ha mosso un dito. È un micio piccolissimo, visibilmente denutrito e terrorizzato da tutto quel fracasso. Per tutto il tragitto verso casa è tranquillo; lo tengo in braccio e si gode la passeggiata. È come se si sentisse finalmente al sicuro.

Arrivati a casa penso che a Merlin verrà un colpo, come minimo! Difatti appena lo vede iniza ad agitarsi, il gattino invece è completamente a suo agio, esplora la casa mentre Merlin la guarda con sospetto: “chi è questo intruso nel mio regno?” si sarà domandata. Diciamo che non l’ha presa affatto bene, tanto da tentare più volte di morderlo, tant’è che decido di saperarli altrimenti si rischia un gatticidio.

Io intanto inizio un giro di telefonate infinite alla ricerca di qualcuno che voglia adottarlo, metto un annuncio su facebook, insomma inizio a darmi da fare per trovargli una buona sistemazione. Mi rincuora vedere quanta gente si occupa di adozioni, ragazzi , ragazze, persone grandi e più piccole, mosse dall’amore verso gli animali, che mi contattano per aiutarmi.

La mattina dopo, complice una mia grande amica, porto il micio a fare una visita dal veterinaio. Scopriamo che si tratta di una femmina, non ha una pulce, niente raffreddore, niente febbre. È in salute la piccolina! Grazie al giro di contatti avuto la sera prima ricevo un ottima richiesta di adozione, sono al settimo cielo, questa micina si merita una casa accogliente. Dopo qualche giorno eccola a casa sua, coccolata, viziata e amata. Si chiama Luce ed è bellissima!

Cosa posso dirvi? Mi conforta sapere quanti volontari combattono ogni giorno a favore di questi trovatelli sfortunati, organizzano staffette, comprano cibo e si occupano di loro. Vorrei che di persone così ce ne fossero di più, sicuramente sarebbe un mondo migliore.

ps: Merlin si è ripresa dallo shock: sono consapevole che avere un altro gatto purtroppo rimarrà solo un sogno :(

Categoria: Maulog Tags: , , ,

Inserisci un commento



Cos'è Maulin

MauLin è il nome che alcuni monaci attribuirono al loro antico monastero a seguito della sua curiosa particolarità. Esso era circondato da una foresta abitata da un numero imprecisato di gatti i quali conducevano la propria vita in stretta connessione con la natura, l'ambiente circostante e i monaci stessi. La presenza di tali felini trasmetteva agli abitanti del monastero tranquillità, felicità e infinita saggezza.