MauLin

La filosofia dei cat-blogger

About Merlin

Merlin dagli occhi blu

Nella mia famiglia c’è sempre stato un gatto in casa, siamo “gattari” da generazioni, non ne possiamo fare a meno! Da tre anni a questa parte in casa nostra è arrivato un nuovo inquilino, Merlin.

Inizialmente fù MerlinO, in quanto pensavamo fosse maschietto, errore che a dire il vero è molto comune tra i veterinari.

Si dimostra subito vivace, allegra e pimpante!

Di dormire non se ne parlava, solo giochi, giochi, giochi e ancora giochi. Ah, ovviamente mangia tantissimo a causa di tutte le energie che spende nel correre avanti e indietro, ma sulla questione “cibo” torneremo più in là…

Merlin cresce sana, decisamente in carne (ma questo anche a causa della sterilizzazione), e con un pelo lungo, morbido, e soprattutto nero come la pece! Come ogni gatto è curioso, mai lasciare un cassetto aperto, la troverete lì dopo pochi minuti! e la porta di casa? ai suoi occhi dietro la porta di casa c’è tutto un mondo da scoprire, quando suona il campanello lei è la prima ad accorrere. Un giro sul pianerettolo al giorno nessuno glielo nega!

Le piace starsene fuori al balcone a prendere i sole, ma questa è una peculiarità di ogni gatto che si rispetti, è come se attingessero linfa vitale dai raggi solari. Ma anche le buste della spesa sono il suo divertimento, insomma per farla breve qualunque cosa deve passare sotto i suoi lunghi baffi neri.

Gli amanti dei gatti sanno quanto questi esseri sanno essere Speciali, quanto calore possono dare, e quanto riempino le giornate di divertimento e compagnia. Questa è Merlin: Speciale, Amorevole e Simpatica.

Nei prossimi post vi parlerò di lei e di come si comporta nella vita quotidiana. Vi farà compagnia, mi auguro, come ne fa a me tutti i giorni. E sarà l’occasione, anche per voi, di farmi sapere se anche il vostro gatto si comporta allo stesso modo o è solo il mio che è… “strano” :)

Categoria: Maulog Tags: , ,

Inserisci un commento



Cos'è Maulin

MauLin è il nome che alcuni monaci attribuirono al loro antico monastero a seguito della sua curiosa particolarità. Esso era circondato da una foresta abitata da un numero imprecisato di gatti i quali conducevano la propria vita in stretta connessione con la natura, l'ambiente circostante e i monaci stessi. La presenza di tali felini trasmetteva agli abitanti del monastero tranquillità, felicità e infinita saggezza.