MauLin

La filosofia dei cat-blogger

Il meraviglioso mondo delle Medicine Non Convenzionali in Veterinaria

naturalmente veterinaria

La Dott.ssa Laura Romanò ci introduce nel mondo della Medicina “Non Convenzionale”. Quest’ultima può essere praticata con enorme successo anche sui nostri amici pelosi.

Da diversi anni in Medicina Veterinaria si sono progressivamente sviluppate le Medicine Non Convenzionali dette anche Medicine Naturali. In questa definizione vengono inserite una serie di discipline mediche come Agopuntura, Omeopatia, Omotossicologia, Fitoterapia, Floriterapia etc., ma anche pratiche manuali quali Tui-Na, Shiatzu, Reiki che hanno come denominatore comune una metodologia basate sul riequilibrio energetico utilizzando, se necessario, sostanze di origine naturale e che considerano l’organismo umano e animale come un’unità corpo-mente.

La Medicina Cinese è tra queste quella che mi ha sempre attratto maggiormente per il forte radicamento con la tradizione e con la natura. Secondo le dottrine classiche cinesi, sia il corpo umano che animale sono percorsi da un continuo flusso di energia che li attraversa: questa energia vitale, chiamata Qi, origina dai principali organi e fluisce in un sistema di canali detti meridiani. Quando il flusso scorre in equilibrio l’animale è in salute; se l’equilibrio è turbato, allora l’animale avrà delle alterazioni, patologie o dolore. Praticare l’agopuntura significa che mediante l’inserimento di aghi in precisi punti del corpo dell’animale chiamati agopunti, il medico veterinario agopuntore permette di sbloccare l’energia stagnante e ristabilire un normale flusso energetico, riportando il soggetto in uno stato di salute e benessere.

Da un punto di vista scientifico, l’agopunto è un’area cutanea a bassa resistenza elettrica e grande concentrazione di terminazioni nervose libere, fasci e plessi nervosi, mastociti, vasi linfatici, capillari e venule. Quindi l’infissione dell’ago in queste aree va ad agire sul sistema nervoso centrale e periferico coinvolgendo anche altri apparati (muscolo-scheletrico, cardiovascolare e ghiandole endocrine ed esocrine). In questo modo si incrementa il circolo sanguigno, si promuove la liberazione di neurotrasmettitori e neuro-ormoni, si promuove il rilassamento di spasmi muscolari e si stimola il sistema immunitario. In questo modo questa medicina può essere utilizzata per trattare patologie muscolo-scheletriche, patologie neurologiche, turbe riproduttive e squilibri ormonali; patologie di ogni apparato e terapia del dolore.

Un animale, sottoposto a cure veterinarie non convenzionali, viene trattato nella sua singolarità e unicità, acquistando concretamente lo status di persona. Il Trattato di Lisbona del 13 dicembre 2007 riconosce giuridicamente gli animali come esseri senzienti e gli stati nazionali dovrebbero tenere pienamente conto delle esigenze del loro benessere. Questo porterebbe a un radicale cambiamento della relazione uomo-animale, rendendolo non più semplice rapporto di “proprietà”, ma di interazione tra esseri viventi posti quasi sullo stesso piano. Jean Cocteau scriveva che “l’uomo è civile nella misura in cui sa comprendere il gatto” ad esempio.

E se consideriamo che gli animali hanno una percezione molto alta di quel mondo energetico sottile intercalato tra materia e spirito che la maggior parte degli uomini non percepisce e che quindi giudica, queste medicine vedono la loro massima applicazione e riuscita su questi meravigliosi esseri fatti di energia. Il gatto in particolare è da sempre considerato protettore e guardiano dello spirito e del mondo energetico, non a caso venerato dagli antichi egizi come una divinità, per questo un buon candidato a questo tipo di medicine.


1 commento.


  1. PAOLA scrive:

    Ciao!!!
    Bello qst sito
    L’ho trovato per caso…
    Ho visto che fanno agopuntura per i gatti…
    bella qst cosa
    Peccato che forse non tutti i veterinari lo svolgono
    Cmq il mio si kiama Feel e ha tre anni ed è dolcissimo è castrato ed è un mangione e mi fa tanta compagnia a dir poco…lo ADORO!!!!
    Ki AMA gli ANIMALI AMA se STESSO!!!
    Qst è il mio motto!!!
    Paola

Inserisci un commento



Cos'è Maulin

MauLin è il nome che alcuni monaci attribuirono al loro antico monastero a seguito della sua curiosa particolarità. Esso era circondato da una foresta abitata da un numero imprecisato di gatti i quali conducevano la propria vita in stretta connessione con la natura, l'ambiente circostante e i monaci stessi. La presenza di tali felini trasmetteva agli abitanti del monastero tranquillità, felicità e infinita saggezza.