MauLin

La filosofia dei cat-blogger

Il linguaggio del corpo del gatto

linguaggio dei gatti

Scopriamo cosa vuole dirci il nostro gatto attraverso la posizione del suo corpo.

La posizione che assume il vostro gatto è infatti un vero e proprio linguaggio. Nicky Trevorrow, Manager della Cats Protection’s Behaviour, spiega alcune delle posizioni più comuni dei nostri amici felini.

Se il gatto si muove tenendo la coda alzata, comunica uno stato di affetto o più semplicemente di “saluto” nei confronti dei presenti.

Se si struscia contro degli oggetti o contro le vostre gambe, solitamente con il muso, stanno marcando il loro territorio e il loro possesso su quell’oggetto. Solitamente nei confronti dell’uomo tale gesto viene effettuato quando questi rientra in casa: nel viaggiare per la città, infatti, abbiamo accumulato odori diversi che non gli sono familiari.

La lenta apertura e chiusura delle palpebre, eventualmente accompagnata anche leggera torsione della testa, indica invece un suo stato di rilassamento ed una predisposizione (o comunque una non opposizione) alle coccole.

Quando il micio assume una posizione a riccio con le orecchie e il corpo basso, comunica uno stato di stress e di timore. Se si è già spostato in un posto sicuro lasciatelo lì altrimenti rischierete di stressarlo ancora di più.

Uno dei gesti più comuni e probabilmente il più equivocato, è quando il micio si rotola e vi mostra la pancia. Questo gesto dimostra sì fiducia nei vostri confronti e affetto, ma non implica la disposizione ad essere accarezzati sulla pancia. Anzi, questa è la zona più sensibile e “privata” del micio: se volete ricambiare il suo affetto è sufficiente accarezzargli la testa.

Nello stesso modo può essere equivocato il gesto di leccarsi il muso, pensando che possa avere fame o sete. In realtà è segno di nausea o di stress. Anche le fusa non sono sempre un suono associato a felicità ma spesso anche a dolore o a qualche fastidio che ha il gatto in quel momento.

Conoscevate già questi “segnali” e il linguaggio del corpo del gatto?

Fonte: Cats Protection’s Behaviour

Inserisci un commento



Cos'è Maulin

MauLin è il nome che alcuni monaci attribuirono al loro antico monastero a seguito della sua curiosa particolarità. Esso era circondato da una foresta abitata da un numero imprecisato di gatti i quali conducevano la propria vita in stretta connessione con la natura, l'ambiente circostante e i monaci stessi. La presenza di tali felini trasmetteva agli abitanti del monastero tranquillità, felicità e infinita saggezza.