MauLin

La filosofia dei cat-blogger

I cinque modi più semplici per mantenere il gatto in salute

gatto curare

I consigli del Dr. Nichols su come mantenere il gatto in salute.

Siamo abituati a pensare che i gatti richiedano una minore attenzione rispetto ai cani. Pensiamo che siano completamente autonomi e quindi sappiano cavarsela da soli.

Così è, ma è meglio prestare sempre attenzione al loro stato di salute. Bastano pochi accorgimenti affinché il nostro micio abbia una lunga e duratura vita.

1. Tieni il gatto in casa

Può sembrare banale ma in base alle dimensioni del proprio appartamento e al carattere del vostro micio, è senz’altro più sicuro tenere il gatto in casa. Eviterà così di perdersi o di fare spiacevoli incontri con altri animali e gatti affetti da infezioni. Senza contare che se il gatto può raggiungere la strada rischia seriamente di essere investito.

2. Prestate attenzione alla lettiera

Comprensibilmente la lettiera può essere utile per trovare indizi sullo stato di salute del micio. Date periodicamente un’occhiata alle feci e ai bisogni del vostro amico: se urina spesso o, al contrario, non urina per alcuni giorni, può esserci qualcosa che non va. Potrebbero essere in corso infezioni alle vie urinarie, cisti o altri problemi comuni nei gatti. Anche diarrea o difficoltà di movimento nel micio possono essere sintomi di problemi.

Ovviamente è importante non solo curare quanto anche prevenire. E quindi fornite al micio cibo preconfenzionato nelle giuste dosi, così come offrirgli più punti di abbeveramento in casa: usate, ad esempio, ciotole di profondità diversa così da garantirgli sempre la presenza di acqua.

Infine, rendete accessibile la lettiera. Sarebbe buona regola offrire due lettiere per ogni gatto che avete in casa, così che ognuno possa decidere di utilizzare quella che ritiene più pulita e comoda.

Continua la lettura... Pagine: 1 2

Inserisci un commento



Cos'è Maulin

MauLin è il nome che alcuni monaci attribuirono al loro antico monastero a seguito della sua curiosa particolarità. Esso era circondato da una foresta abitata da un numero imprecisato di gatti i quali conducevano la propria vita in stretta connessione con la natura, l'ambiente circostante e i monaci stessi. La presenza di tali felini trasmetteva agli abitanti del monastero tranquillità, felicità e infinita saggezza.